TelefonoDove Siamo

Genitori al tempo del corona virus: educatori a tempo pieno

Alle varie sfide che ci sta ponendo la situazione attuale, per i genitori si aggiunge il dover supportare i figli nella nuova gestione della didattica a distanza. Spesso oltre che motivatori si deve diventare anche tecnici esperti di strumenti digitali. Tra le due sfide c’è chi si destreggia meglio nella prima, chi nella seconda, chi è perso e cerca supporto tra amici e chat di classe.

Non è semplice ritrovarsi di colpo a fare le veci dell’educatore a tempo pieno. C’è chi è fermo con il lavoro e può dedicarsi totalmente ai figli, chi è preso dallo smart working, e chi invece continua a recarsi al lavoro. In tutti i casi si è però chiamati a supportare i figli con il nuovo approccio alla scuola.

Per gli studenti non c’è più la routine che scandisce le giornate, non c’è più il confronto costante con compagni di classe e docenti e ciò fa calare in molti la motivazione e l’impegno.

Ora le scuole iniziano a strutturare meglio il materiale per la didattica a distanza ma ancora tutti ci devono prendere confidenza e soprattutto l’abitudine. Materiale da scaricare, videolezioni, registro elettronico da controllare, nuove app da installare, valutazioni da caricare ecc… tanti sono i genitori che si lamentano.

Si lamentano che i figli non sono motivati, sono spaesati, hanno troppi compiti o non capiscono i nuovi argomenti.

E’ normale trovarsi spaesati in un ruolo che non ci si aspettava ed è calato di colpo senza nessun preavviso.

All’interno delle mura domestiche le dinamiche disfunzionali rischiano in questi casi di innescarsi e fare da ostacolo al mantenimento di un clima sereno che dal momento compiti può diffondersi a macchia d’olio sul generale clima famigliare.

Come fare allora? 

Importante è far capire ai propri figli che, per quanto possa essere lungo questo periodo, non possono abbandonare gli obiettivi scolastici ed è quindi necessario mantenere un constante impegno.

Concretamente, quello che aiuta è mantenere una routine, dei momenti ben definiti nella giornata da dedicare a compiti e tempo libero. Dare delle limitazioni all’utilizzo di televisione, telefono e videogame.

Il Centro Casco supporta non solo gli studenti, ma anche i genitori in questa delicata fase. Oltre ai percorsi sul metodo di studio rivolto agli studenti continua infatti il Parent Training tramite webinar e colloqui individuali a distanza.

Michelle Mazzotti è educatrice e psicologa in neuroscienze e riabilitazione neuropsicologica. Lavora in progetti rimotivazione scolastica, orientamento e supporto al metodo di studio. Esperta in valutazione delle competenze e dei fattori di rischio.

Contattaci per conoscerci meglio il primo incontro è gratuito!

scrivici a info@mettiilcasco.it
By |2020-04-20T17:07:52+00:00marzo 26th, 2020|Educational|0 Comments

Lavoriamo con le persone per le persone.
Il nostro lavoro parte dall’ascolto, attraverso la ricerca continua e il contributo di diverse competenze, arriva a creare progetti “su misura”.
Non è certo la strada più facile da percorrere, ma è quella in cui crediamo.

Loading...